Partita Iva e piccole imprese: come pubblicizzo la mia attività?

Il mondo digitale ci fornisce quasi tutti gli strumenti che stavamo cercando.

Ormai sono tanti i cosiddetti “imprenditori di se stessi”, ovvero quei professionisti che hanno deciso di aprire la partita iva e di mettersi a lavorare in proprio. Le nuove professioni digitali permettono di poter svolgere il proprio lavoro in autonomia e senza la necessità di una postazione di lavoro fissa. Tuttavia, anche se il freelance non ha vincoli di orari e cartellini da timbrare, deve continuamente riuscire a pubblicizzarsi, attività ormai fondamentale se si vuole “esistere” in una società così concorrenziale come la nostra. Uno dei primi consigli che dovrebbe seguire un freelance o una piccola azienda appena nata per farsi conoscere è pubblicizzare i propri servizi nelle vicinanze. Pubblicizzarsi a livello locale significa riuscire a non disperdere tempo e denaro in attività a largo raggio che, almeno all’inizio, sembrano inutili e dannose. Solo con il passare del tempo e con la crescita personale è opportuno provare ad allargare il proprio raggio di azione e pubblicizzare il proprio operato in modo più capillare.

Il web è il modo migliore per sponsorizzare la propria attività. Manifesti, volantini e locandine ormai rappresentano il passato; per il libero professionista il modo migliore è apparire sul web e, se proprio si ama la carta, stampare un depliant con i propri servizi da presentare al cliente nel momento dell’incontro. Se invece si possiede un negozio appena aperto su strada, un volantino con le promozioni e gli sconti rimane un buon modo per farsi conoscere nell’immediato.

Link al Workshop Promuovere il proprio brand organizzato da Minerva Sapiens Srl

Spesso lo si dà per scontato, ma il biglietto da visita rimane una formalità assolutamente necessaria per farsi conoscere e ricontattare; il biglietto da visita non è affatto scontato e la sua originalità rispecchia l’attività che stiamo presentando al cliente.

Il sito web è senza dubbio il migliore investimento che si possa fare per promuovere l’azienda o i propri servizi. Con poco si riesce a fare tantissimo: i moderni CMS come WordPress, Drupal o Joomla permettono con un piccolo investimento di avere risultati dignitosi. Se si ha qualche soldo in più da investire, ancora meglio è rivolgersi ad un web master in grado di personalizzare il sito e renderlo originale. Come si sa, il mondo del web è un mare magnum di informazioni, per questo posizionare bene il sito web nei motori di ricerca è un passo fondamentale per sponsorizzare la propria attività e farsi trovare facilmente.

Google mette a disposizione dei suoi utenti dei tool in grado di promuovere le nascenti imprese e servizi. Dal sistema di geolocalizzazione alla pubblicità a pagamento, fino ad arrivare ai social network, ci troviamo di fronte a mille opportunità della rete che ci invitano a tenerci aggiornati e sempre partecipi dei cambiamenti.

Link al corso di web marketing organizzato da Minerva Sapiens Srl

Una volta che è stata messa a punto l’immagine che si vuole comunicare all’esterno, è bene cominciare a crearsi una rete lavorativa, soprattutto attraverso i social network: Linkedin e Facebook sono sicuramente i più efficaci. Il primo perché è stato creato apposta per stabilire una connessione professionale tra esperti di settori, il secondo perché è il social più famoso ed utilizzato e permette con un piccolo investimento di promuovere i servizi in modo semplice e intuitivo.

Anche la mail è ancora uno strumento molto utilizzato per il commercio, soprattutto perché le persone controllano quotidianamente la posta in arrivo; con l’utilizzo di una mailing list si possono rendere partecipi i contatti in rubrica dei prodotti che si vendono e degli eventi a cui si partecipa.

Pubblicizzare la propria azienda o i propri servizi può rivelarsi un’operazione complessa per chi non ha dimestichezza con gli strumenti web, tuttavia ci si può sempre far aiutare da web agency capaci; il web marketing e i suoi tool se utilizzati impropriamente possono rivelarsi un pericoloso boomerang per l’immagine che si vuole dare di sé.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*